» Previsioni Meteo per il fine settimana

25/2/11 - Ancora nel mirino delle correnti artiche!

L'afflusso di aria fredda polare determinerà ancora condizioni di tempo tipicamente invernale sulla nostra penisola.Analisi barica a 500 HPa - Ancora nel mirino delle correnti artiche!

Il lungo termine (dal 5 al 11 Marzo) sarà caratterizzato da una prima fase in cui la configurazione barica europea vedrà una poderosa espansione dell'anticiclone delle Azzorre verso il nord-Atlantico che favorirà la discesa, lungo il suo bordo orientale, di una vasta saccatura alimentata da aria molto fredda di origine artica verso l'Europa centro-orientale e la penisola balcanica; su queste zone tale situazione determinerà una marcata instabilità con nevicate e clima gelido. Anche la nostra penisola verrà interessata da queste correnti ma con l'instabilità rimarrà concentrata prevalentemente sul medio-basso versante adriatico (che rimane più esposto a tali correnti) dove non sono esclusi fenomeni nevosi fino a bassa quota.
Successivamente (tra il 7-8) l'espansione dell'anticiclone oceanico verso il bacino del Mediterraneo, favorirà una graduale stabilizzazione del tempo su gran parte delle nostre regioni; tuttavia secondo alcuni modelli (ad esempio GFS) tale fase durerà poco e già dal 9-10 potremo assistere ad una nuova irruzione di aria artica in rotta verso il Mediterraneo. Tuttavia tale ipotesi così come le precedenti, vista l'elevata distanza temporale, avranno bisogno di conferme; vi raccomando quindi di tenervi aggiornati con le nostre rubriche meteo.

Geopotenziale e Temperatura in gradi centigradi 850 HPa - Ancora nel mirino delle correnti artiche!

In dettaglio: al nord condizioni di spiccata variabilità con maggiori addensamenti sul basso Piemonte e Romagna dove non sono esclusi locali fenomeni prevalentemente nevosi. Tendenza a graduale miglioramento dal 6-7 con possibile ritorno delle nebbie sulle zone pianeggianti.
Al centro tempo inizialmente instabile, specie sulle zone appenniniche e lungo il versante adriatico, con piogge sparse e nevicate sui rilievi al di sopra dei 400-600 metri, localmente più in basso nelle Marche. Dal 7 tendenza a graduale miglioramento ad iniziare dai settori settentrionali ma con clima sempre decisamente freddo per il periodo.
Al sud e sulle Isole iniziali condizioni di variabilità ma con tendenza a generale peggioramento un po' ovunque con fenomeni sparsi, specie sul versante adriatico e ionico, che assumeranno a carattere nevoso fino a quote medio-basse (500-1000 metri). Miglioramento dal 7 su tutti i settori.
Le temperature subiranno una decisa flessione attestandosi su valori di diversi gradi inferiori alla media di questo periodo, in particolare sulle regioni adriatiche.
Venti moderati-forti dai quadranti settentrionali, con locali rinforzi ma con tendenza ad attenuarsi in concomitanza del miglioramento. Mari mossi o molto mossi, localmente agitati.

Le due carte sono riferite alle temperature a 1400 metri circa, previste per i giorni 5 e 7 marzo dal modello americano GFS.


A cura di Alessio Casagrande




Questo articolo è stato letto 5603 volte


Articolo aggiornato ogni 4 giorni

Immagine che rappresenta gli ultimi Le ultime Previsioni Meteo per il fine settimana


Ritorna alle ultime Previsioni Meteo per il fine settimana

Immagine di un archivioArchivio articoli precedenti


Immagine di torna al top