» Previsioni Meteo per il fine settimana

14/2/11 - Scenari invernali per il lungo termine!

L'arrivo di correnti molto fredde di origine russa potrebbero determinare il ritorno della neve su parte della nostra penisolaAnalisi barica a 500 HPa - Scenari invernali per il lungo termine!

Il lungo termine (dal 22 al 28 febbraio) vedrà, con molta probabilità, la presenza di una vasta figura anticiclonica centrata sulla Scandinavia (con valori massimi oltre i 1040 hpa) ed estesa dalla Russia fin verso il medio atlantico; tale situazione di "blocco" impedirà alle miti e umide correnti atlantiche di interessare il nostro continente e allo stesso tempo spalancherà le porte all'aria fredda proveniente dai quadranti settentrionali ed orientali. Quindi con questa configurazione gran parte dell'Europa, compresa la nostra penisola, potrebbe vivere un'intensa fase fredda invernale, con possibile ritorno della neve fino a bassa quota ed in pianura anche su parte delle nostre regioni. Tuttavia la situazione risulta essere molto complessa ed incerta sia per la distanza temporale che per la difficoltà dei modelli di prevedere queste situazioni; vi raccomando quindi di tenervi aggiornati con le nostre rubriche meteo.

Geopotenziale e Temperatura in gradi centigradi 850 HPa - Scenari invernali per il lungo termine!

In dettaglio: al nord cielo inizialmente poco nuvoloso ma con tendenza a peggioramento già dal 23-24, specie su Emilia-Romagna e in misura minore il nord-est, con precipitazioni diffuse nevose fino a quote molto basse e localmente in pianura; nuvolosità più irregolare al nord-ovest con fenomeni scarsi o assenti. Tendenza a miglioramento dal 26-27.
Al centro tempo inizialmente stabile ma con tendenza a peggioramento dal 23 con fenomeni sparsi, localmente diffusi, specie sul versante adriatico. Nevicate fino a bassa quota (300-600 metri) localmente a quote più basse tra Marche, Umbria e zone interne della Toscana. Tendenza a generale miglioramento dal 26-27.
Al sud e sulle Isole iniziali condizioni di spiccata variabilità ma con tendenza a deciso peggioramento dal 23 con precipitazioni sparse, localmente diffuse ed intense. Nevicate in Appennino al di sopra dei 700-1200 metri. Tendenza a graduale miglioramento a fine periodo.
Le temperature subiranno un sensibile calo sia nei valori massimi che in quelli minimi sull'intera penisola, specie sul versante adriatico, portandosi al di sotto della media stagionale.
Venti moderati-forti in genere dai quadranti settentrionali ed orientali. Mari generalmente molto mossi o agitati.

Le due carte sono riferite alla situazione barica al suolo e alle temperature a 1400 meri previste per il giorno 24 dal modello americano GFS.


A cura di Alessio Casagrande




Questo articolo è stato letto 16193 volte


Articolo aggiornato ogni 4 giorni

Immagine che rappresenta gli ultimi Le ultime Previsioni Meteo per il fine settimana


Ritorna alle ultime Previsioni Meteo per il fine settimana

Immagine di un archivioArchivio articoli precedenti


Immagine di torna al top