» Articolo Naturalistico

6/1/21 - Foche: come resistono al freddo dell'oceano

Foche: come resistono al freddo dell'oceano

Foche, trichechi e balene vivono nelle gelide acque fredde dell'Oceano Artico e intorno all'Antartide, ma come si riscaldano e non si congelano a morte? E’ lo strato di grasso proprio sotto la pelle di questi animali che li mantiene caldi. E’ risaputo che il grasso non fa altro che tenere caldi i mammiferi marini ed aiuta anche a tenerli a galla e ad immagazzinare energia. Le foche sono mammiferi molto simpatici che vivono in acque molto fredde ma ricordiamo che sono mammiferi a sangue caldo che vive dentro o vicino al mare. Esistono varie specie di foche tra cui la foca comune che possiamo notarla nelle acque dell’Oceano Pacifico e Atlantico e la foca monaca che vive nelle acque del Mediterraneo.

Foche: come resistono al freddo dell'oceano

corpo della foca è ricoperto da una pelliccia molto spessa che la protegge dal freddo, dal gelo e dalle piogge quando la foca si ferma sulla terra. Inoltre la pelliccia è liscia cosicché l’animale può scivolare dalla terra ferma in acqua. Questo mammifero presenta anche uno strato di grasso che lo protegge dal freddo quando si trova sott’acqua per molte ore. Le foche non hanno orecchie esterne al posto delle orecchie presenta dei fori in grado di recepire ogni tipo di rumore o suono. Infatti nonostante non presentino un organo uditivo questi simpatici mammiferi hanno un udito molto sviluppato. Come alcuni esseri umani quando immergono la testa sott’acqua tappano il proprio naso, anche le foche lo fanno. Posseggono un muscolo all’interno del naso che nel momento in cui la foca deve immergersi in acqua, tappa le narici cosicché l’acqua non entra all’interno del naso.

Foche: come resistono al freddo dell'oceano

La foca è un animale molto intelligente che per comunicare utilizza un linguaggio molto ricco. Esistono molti richiami usati dall’animale per interagire con i suoi simili, richiami per la protezione del suo territorio e richiami per attirare le femmine sott’acqua per l’accoppiamento. La foca è un mammifero e partorisce un solo cucciolo all’anno. Mamma foca accudisce i suoi piccoli e va alla ricerca del cibo solo per loro. Mamma foca partorisce sulla terra ferma, infatti il piccolo nato non è capace già dalla nascita di nuotare. Tutto il periodo dell’allattamento fino alla fine dello svezzamento, la mamma e il suo piccolo non si staccano mai. Dopodiché il cucciolo si separa dalla mamma e diventa indipendente e dopo 6 mesi ancora, il piccolo sviluppa completamente il suo corpo. I baffi delle foche si chiamano vibrisse e proprio come quelle dei gatti, servono all’animale acquatico per l’equilibrio e per la percezione della vicinanza dei pesci nell’acqua. la vita media delle femmine è 20-25 anni, mentre quella dei maschi è circa 30-35 anni.


A cura di Staff Di Meteowebcam.it




Questo articolo è stato letto 513 volte


Articolo aggiornato ogni 15 giorni

Immagine che rappresenta gli ultimi Gli ultimi articoli naturalistici


Immagine di un archivioArchivio Articoli Naturalistici