» Articolo Naturalistico

3/9/20 - Cinghiali sempre più numerosi anche vicini alle città

Cinghiali sempre più numerosi anche vicini alle città

Negli ultimi trent’anni, in Europa si è assistito ad un incremento, sia per numero che per distribuzione geografica, delle popolazioni di cinghiali, a cui è conseguito un generale aumento delle relative problematiche economiche e sociali: dal numero di sinistri a quello dei risarcimenti danni per i campi saccheggiati. Sempre più spesso i cinghiali arrivano alla ribalta della cronaca locale e nazionale. Tra le ultime notizie da nord a sud, sembra ci sia un unico filo conduttore il proliferare abnorme dei cinghiali, si legge dal gazzettino del mezzogiorno danni ingenti all’agricoltura Pugliese vengono provocati per il continuo scorrazzare di cinghiali lungo i canali e nelle campagne del Tarantino, aggravando una situazione già estremamente difficile. Avvistamenti giornalieri nel Lazio e in Abruzzo. Incidenti stradali, danni alle colture, avvistamenti e proteste.

Cinghiali sempre più numerosi anche vicini alle città

Ma perché sono diventati così numerosi? Come mai si spingono fin dentro le città? Cosa possiamo fare per convivere pacificamente con questi animali? Abbiamo chiaro un punto: se si esula dalla biologia, non siamo in grado di comprendere perché siamo entrati in conflitto con questa specie, né come risolvere la questione. Si tratta di animali estremamente plastici e adattabili, anche se prediligono gli ambienti caratterizzati da una vegetazione bassa e fitta, nella quale penetrano con sorprendente abilità. Basta pensare che, tipica della macchia Mediterranea, è la smilacea, una pianta caratterizzata da spine molto importanti. Bene, il cinghiale crea i suoi calatoi, cioè le sue viottole, in mezzo a questa pianta. Vivono in società matriarcali, al cui vertice c’è una femmina anziana che prende il nome gergale di matrona. Lei è la madre delle altre figlie presenti nel branco e, in condizioni normali, l’unica a riprodursi. Governa un piccolo territorio, che funge da home range per la famiglia, solitamente non più grande di qualche centinaio di metri quadri.

Cinghiali sempre più numerosi anche vicini alle città

Ma i cinghiali non sono soltanto animali intelligenti, capaci di sopravvivere in territori molto diversificati tra loro, mangiare un po’ di tutto e penetrare in boscaglie inaccessibili a buona parte delle altre specie umani inclusi. Sono soprattutto creature elusive. Come tutte le prede, non amano esporsi ai predatori. Per tal ragione tendono a uscire al crepuscolo e, solo quando le scrofe hanno i piccoli, si muovono anche in altri orari del giorno. Quando l’animale è sottoposto a pressione venatoria, gli individui spaventati cercano di raggrupparsi in aree dove questa è ridotta: i luoghi abitati, tra le case infatti non si può sparare, lungo il bordo strada, nei parchi e nelle riserve protette. Questi diventano dei luoghi dove i cinghiali si concentrano, snaturando tutto quello che gli direbbe la territorialità e il retaggio comportamentale. Così però diventa anche difficile stabilire se un’area ha raggiunto la saturazione o meno, perché, a causa di transumanze ed effetto spugna, non sappiamo realmente quanti animali sono presenti.


A cura di Staff Di Meteowebcam.it




Questo articolo è stato letto 927 volte


Articolo aggiornato ogni 15 giorni

Immagine che rappresenta gli ultimi Gli ultimi articoli naturalistici


Ritorna all'ultimo Articolo naturalistico

Immagine di un archivioArchivio Articoli Naturalistici