» Articolo Naturalistico

17/3/20 - Adenovirus degli scimpanzé necessario per un vaccino contro il Coronavirus

Adenovirus degli scimpanzé necessario per un vaccino contro il Coronavirus

Un primo tentativo sperimentale di vaccino è stato fatto dai ricercatori dei CDC cinesi, dell’Università Tongji e della casa farmaceutica Stermirna Therapeutics. Xinhua, l’agenzia di stampa governativa cinese ha reso noto l’inizio delle sperimentazioni animale del primo vaccino contro il coronavirus. Successivamente dopo il primo tentativo è partito il progetto per un secondo vaccino italiano contro il Sars-CoV-2. Dopo l’azienda Takis, anche la ReiThera ha anticipato a Il Sole 24 Ore i suoi piani per la prevenzione del nuovo coronavirus. Il vaccino sperimentale dovrebbe iniziare a essere testato sugli animali in aprile.

Adenovirus degli scimpanzé necessario per un vaccino contro il Coronavirus

L’azienda biotech ha lavorato negli anni a vaccini contro il virus Ebola e contro il virus respiratorio sinciziale. Per contrastare la diffusione della Covid-19, ReiThera utilizzerà un vaccino con un agente virale animale. La scelta è ricaduta su un adenovirus degli scimpanzé, reso inoffensivo, e utilizzato come vettore per trasportare la sequenza genetica della proteina spike. Quest’ultima è l’arma che viene utilizzata dal coronavirus per invadere le cellule dell’apparato respiratorio degli esseri umani.

Adenovirus degli scimpanzé necessario per un vaccino contro il Coronavirus

Il progetto di ReiThera, spiega l’Ansa, è dunque mettere a punto un vaccino preventivo che, iniettato intramuscolo, dovrebbe stimolare la produzione di anticorpi specifici e l’attività delle cellule del sistema immunitario.


Fonti Ansa e varie


A cura di Staff Di Meteowebcam.it




Questo articolo è stato letto 2481 volte


Articolo aggiornato ogni 15 giorni

Immagine che rappresenta gli ultimi Gli ultimi articoli naturalistici


Ritorna all'ultimo Articolo naturalistico

Immagine di un archivioArchivio Articoli Naturalistici