» Articolo Naturalistico

22/3/18 - Panda rossi una specie molto rara e protetta

Panda rossi una specie molto rara e protetta

Sembrano dei peluche ma in realtà sono una specie molto rara e protetta di panda rossi parenti del più famoso panda bianco e nero. Il panda rosso detto anche panda minore, per distinguerlo dal più noto panda gigante è chiamato dagli abitanti della Cina volpe di fuoco. Grazie a tale nomignolo questo splendido animale è diventato anche il simbolo di Mozilla Firefox il programma che molti di noi usano per navigare in internet! Lo si può incontrare nelle foreste temperate di Cina, Birmania, Nepal, Buthan .

Panda rossi una specie molto rara e protetta

I panda rossi raggiungono generalmente le dimensioni di un gatto domestico, cui bisogna però ag-giungere i 46 centimetri della coda, folta e voluminosa, che questi panda usano a mo’ di coperta in cui avvolgersi completamente nelle fredde cime montuose. Questi animali passano la maggior parte della loro vita sui rami degli alberi, che usano anche come giacigli aerei. Quando foraggiano sono più attivi nelle ore notturne o alla luce pallida dell’alba e del crepuscolo. I panda rossi hanno un debole per il bambù ma, a differenza dei loro parenti “giganti”, seguono una dieta piuttosto varia che comprende anche frutti, ghiande, radici e uova. Come i panda giganti, hanno le ossa del polso allungate a formare una sorta di pollice che rende molto efficace la loro presa. Sono timidi e solitari, tranne che durante l’accoppiamento. Le femmine partoriscono tra la primavera e l’estate da uno a quattro cuccioli. Durante i loro primi 90 giorni di vita, i piccoli dipendono completamente dalla madre, che si occupa di loro, mentre i padri dimostrano scarso interesse per la prole.

Panda rossi una specie molto rara e protetta

I panda rossi sono una specie a rischio, vittima della deforestazione e del commercio illegale di specie protette. Lo scorso mese tre esemplari di panda rosso in via di estinzione sono stati salvati in Laos, paese del Sudest asiatico. Sono stati ritrovati a bordo di un furgone proveniente dalla Cina e subito trasferiti in un rifugio per orsi gestito dalla ONG Free the Bears. Adesso stanno bene sono stai spostai in gabbie più grandi dove possono anche arrampicarsi. Questo caso dei tre panda ha evidenziato il crescente interesse per il commercio di animali esotici nell'area. Per la sua posizione geografica il Laos è uno snodo importante sulle vie del commercio illegale di specie protette nel Sudest asiatico.


A cura di Maria Rosaria Volpe




Questo articolo è stato letto 1423 volte


Articolo aggiornato ogni 15 giorni

Immagine che rappresenta gli ultimi Gli ultimi articoli naturalistici


Ritorna all'ultimo Articolo naturalistico

Immagine di un archivioArchivio Articoli Naturalistici