» Situazione Meteo Generale

18/2/11 - Analisi meteo: L'inverno agli sgoccioli, prossimi giorni ancora con correnti umide atlantiche

Correnti atlantiche determineranno variabilità nei prossimi giorni Analisi modelli meteo

Nei prossimi giorni l'area mediterranea, e quindi anche il nostro paese, verrà interessata da una circolazione umida di matrice nord-atlantica, la quale creerà le condizioni per una vivace instabilità atmosferica che produrrà episodi di maltempo su diverse regioni, tra oggi e lunedì, seppur in un contesto meteo variabile e con la possibilità di ampie schiarite.
In particolare oggi avremo piogge diffuse al sud e medio-basso adriatico per l'insistenza di una goccia fredda sull'area ionica, mentre altrove regnerà un tempo più stabile; domani condizioni stabili su gran parte del territorio, mentre tra domenica e lunedì il transito di un nuovo impulso perturbato atlantico causerà un ennesimo peggioramento ad iniziare dai settori occidentali in rapido spostamento a quelli orientali.

Le temperature, nel periodo preso in considerazione, non subiranno grandi variazioni e rimarranno leggermente oltre le medie del periodo, specie le minime.

Analisi modelli meteo

Durante la prossima settimana i modelli propongono importanti movimenti barici su scala europea, dettati dalle mosse, ancora poco decifrabili dell'ingombrante figura anticiclonica azzorriana; infatti sembra che da martedì questa si espandi verso il Mediterraneo e l'Europa centrale, ma potrebbe unirsi con l'anticiclone presente sul comparto russo-scandinavo, e quindi favorire nel corso della prossima settimana l'afflusso di aria fredda continentale verso latitudini inferiori.

Questa è la linea di tendenza adottata dai modelli da ormai diversi giorni, tuttavia bisogna interpretarla nel modo corretto e per questo mi sento di escludere un coinvolgimento netto dell'area italica, piuttosto è probabile un interessamento di quella balcanica con solo leggere ripercussioni sul nostro paese.
Io ritengo sia probabile questa evoluzione in quanto il vortice polare sembra accellerare molto e quindi l'alta pressione dovrebbe posizionarsi troppo vicino al nostro paese.


A cura di Marco Cordani




Questo articolo è stato letto 4404 volte


Articolo aggiornato al Lunedi, Mercoledi e Venerdi

Ultimi 5 articoli Gli ultimi 5 articoli meteo


Ritorna all'ultima Situazione Meteo Generale

Immagine di un archivioArchivio articoli meteo precedenti


Immagine di torna al top