» Almanacco meteo

18/12/17 - Emergenza ghiaccio in Piemonte. Vittime in montagna

Condizioni del manto nevososono estremamente pericolose Immagine anteprima almanacco

Le condizioni del manto nevoso in questi giorni sono estremamente pericolose a causa del ghiaccio che lo ha ricoperto durante le ultime precipitazioni. Nello scorso fine settimana i tecnici del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS Piemonte) sono stati chiamati per numerosi interventi, due persone decedute, nelle montagne del Piemonte meridionale (Alpi Liguri e Marittime) a causa delle pericolose condizioni di ghiaccio che caratterizzano i versanti dopo il gelicidio della scorsa settimana. La pioggia gelata che si è posata sulla superficie della neve ha creato uno strato di ghiaccio difficilmente riconoscibile a occhio nudo e sul quale è facile scivolare. La prima operazione è partita sabato 16 dicembre alle ore 21 per la denuncia di mancato rientro per un uomo 32enne residente a Verzuolo (CN) che non aveva fatto ritorno a casa dopo una giornata trascorsa sulle piste da sci di Limone Piemonte (CN). Grazie alle informazioni ottenute dallo skipass digitale è stato possibile risalire all'ultimo impianto di risalita utilizzato per circoscrivere le ricerche. Intorno alle ore 00.10 una squadra composta da tecnici CNSAS Piemonte e del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza ha individuato il corpo senza vita dell'uomo al fondo di un vallone fuoripista dove è precipitato presumibilmente dopo essere caduto sulla neve ghiacciata. Domenica 17 dicembre intorno alle 12.45 l'eliambulanza 118 di base a Cuneo-Levaldigi è decollata verso la Cima Bercia (1267 m) nel comune di Boves per recuperare due ciaspolatori precipitati in due valloni separati, sempre a causa del terreno ghiacciato, riportando escoriazioni.

Immagine anteprima almanacco

Spiega Luca Giaj Arcota, presidente del Cnsas Piemonte, le condizioni del manto nevoso, sono estremamente pericolose e siccome la missione del nostro corpo non è soltanto soccorrere le persone in montagna, ma anche prevenire gli incidenti, consigliamo vivamente agli sciatori di non intraprendere discese in fuoripista nei pressi dei comprensori sciistici. A coloro che affrontano escursioni di scialpinismo e ciaspole, diciamo invece di portare sempre con sé piccozza e ramponi, attrezzatura fondamentale - conclude - per superare in sicurezza i pendii più ripidi

Fonti ansa.it


A cura di Staff Di Meteowebcam.it




Questo articolo è stato letto 9056 volte


Articolo aggiornato ogni 7 giorni

Immagine che rappresenta gli ultimi Gli ultimi 5 Almanacco meteo


Ritorna all'ultimo Almanacco meteo

Immagine di un archivioArchivio Almanacco meteo