» Almanacco meteo

11/8/12 - Incendi su Roma

Quando la natura non centra. Immagine anteprima almanacco

La Capitale è stata nella morsa degli incendi, si pensava inizialmente fossero stati scaturiti dal clima torrido e dal vento. Una situazione insostenibile, con colonne di fumo che si alzavano sulla città. Da Torrevecchia fino a Monte Sacro.
Nel corso della giornata di oggi 11 agosto sono 20 gli incendi che si sono sviluppati su tutto il territorio regionale del Lazio, dei quali sei sono stati domati, e che hanno richiesto l'intervento della Protezione Civile della Regione Lazio, squadre di volontari a terra, elicotteri della flotta aerea regionale e Canadair del Coau, Centro Operativo aereo unificato del Dipartimento nazionale della Protezione Civile. Lo comunica in una nota la Protezione Civile del Lazio.
Attualmente i roghi che destano maggiore preoccupazione sono, nella provincia di Roma, quello di Riano, che ha interessato la zona lungo la Via Tiberina, dove già nei due giorni precedenti erano state domate le fiamme e che stamane ha visto una ripresa di focolai d'incendio. Sempre in provincia di Roma un incendio ha interessato il territorio del Comune di Artena dove, oltre all'intervento di squadre di volontari della Protezione civile regionale e a quelle di Vigili del Fuoco e del Corpo forestale, si è reso necessario l'intervento di un Canadair.

Immagine anteprima almanacco

Ora è stato scoperto dalle indagini dei carabinieri che il clima torrido ed il vento centravano poco. Sono infatti di origine dolosa, i carabinieri hanno tratto in arresto due rumeni sorpresi mentre tentavano di incendiare la riserva di Monte Mario''. Lo afferma in una nota il vicesindaco di Roma, Sveva Belviso. Rivolgo un plauso ai Carabinieri che, nella serata di ieri,''Credo - prosegue Belviso - sia necessario che gli inquirenti approfondiscano in modo chiaro la dinamica dei fatti fornendo risposte al quesito se questi due siano stati o meno assoldati da qualcuno per appiccare il fuoco, ed, eventualmente, da chi e con quale scopo. Mi aspetto comunque ora, considerata la flagranza del reato, che vengano applicate le pene piu' severe previste dal codice e che non si assista a scarcerazioni buoniste che vanificano tutto il lavoro delle forze dell'ordine''.

Fonti: http://roma.corriere.it - http://www.asca.it


A cura di Elena Tosi




Questo articolo è stato letto 2475 volte


Articolo aggiornato ogni 7 giorni

Immagine che rappresenta gli ultimi Gli ultimi 5 Almanacco meteo


Ritorna all'ultimo Almanacco meteo

Immagine di un archivioArchivio Almanacco meteo