Condividi

» Articolo Naturalistico

5/12/17 - Cigni affamati e a rischio morte sul lago ghiacciato

Cigni affamati e a rischio morte sul lago ghiacciato

Una famiglia con quattro piccoli cigni rischia di morire. Il lago Mosigo località naturalistica alle porte di Cortina d'Ampezzo, è ghiacciato, salvo una piccola pozza dove fino a ieri gli animali riuscivano ad abbeverarsi, ma quando il freddo non permetterà più alcuna breccia sul grosso strato di ghiaccio gli animali resteranno senza cibo e acqua. Temperature minime anche a -20,7 gradi in provincia di Belluno.

Cigni affamati e a rischio morte sul lago ghiacciato

Lo scorso anno, nella medesima situazione, una femmina non superò l'inverno, morendo di stenti. La popolazione del comune si è mobilitata perché questo non riaccada. Un gruppetto di cittadini sensibili ha chiesto l'intervento della polizia provinciale, quindi di un'associazione animalista esperta nella cattura di selvatici, quindi dell'Ispra e del sindaco ma nulla. Anzi, il primo cittadino ha severamente vietato agli animalisti di portare cibo ai sei uccelli acquatici. I cigni, potrebbero morire di freddo perchè non sarebbero stimolati a migrare, come succede in natura. Però nella colonia un cigno inanellato ha le ali tarpate e non può volare. Questo esemplare, secondo l'Ispra, dovrà essere trasferito altrove.

Cigni affamati e a rischio morte sul lago ghiacciato

Il cigno reale è una specie parzialmente sedentaria e migratrice, originaria dell'Eurasia e da lì introdotta nell'America Settentrionale, in Sudafrica e in Oceania. In Europa è più comune a nord del 46° parallelo; in Italia è presente d'inverno e nidifica con poche centinaia di coppie. Diffuso come specie ornamentale dei laghetti di parchi e giardini, allo stato selvatico nidifica in zone umide ricche di vegetazione emergente e sommersa, sia costiere sia dell'interno. E' un uccello acquatico di superficie dal portamento elegante, provvisto di lungo collo e di una maestosa apertura alare (2-2,3 m), ha il piumaggio candido e il becco giallo-arancio con un evidente rigonfiamento carnoso di colore nero. Si alza in volo dopo aver preso faticosamente la rincorsa sull'acqua; è un animale silenzioso, ma il suo battito d'ali produce un sibilo metallico


A cura di Staff Di Meteowebcam.it




Questo articolo è stato letto 1037 volte


Articolo aggiornato ogni 15 giorni

Immagine che rappresenta gli ultimi Gli ultimi articoli naturalistici


Immagine di un archivioArchivio Articoli Naturalistici